I miei Libri

Autentica di Teresa Capezzuto
Bellissimo è volare sul tappeto magico della poesia autentica
Un libro di poesie che fanno bene a tutti
Cinquanta testi che suscitano domande e emozionano
Molto vari i temi, più contemporanei o universali
Ottantaquattro pagine da leggere e da vivere
Un mondo di parole comunicative, musicali e sonore

Genesi Editrice, 2018
Prefazione di Sandro Gros-Pietro

Autentica lo trovate in libreria e on line

Autentica – Il Booktrailer

Autentica – La Sinossi
Autentica è un libro di poesie che fanno bene a tutti. Basta avere il coraggio di guardare le persone e le cose con occhi nuovi. Con l’autenticità di chi osserva il mondo senza filtri e oltre i cliché. Il grande Umberto Saba la chiamava “poesia onesta”.
Sono versi che suscitano domande e emozionano, ci chiedono di pensare, ci fanno immergere nella realtà, bella o brutta, gioiosa o dolorosa, soprattutto coinvolgono, hanno il dono di farci sentire partecipi, con gioia di vivere e di fare.
Molto vari sono i temi affrontati, legati più alla contemporaneità o universali. L’amore, la dolcezza, la solitudine, la tristezza, la ricerca di sé e di identità, lo scorrere del tempo, il sorriso alla vita, la bellezza della natura, l’inno alla libertà, ma anche il mondo della comunicazione, dei social e dei talent, l’attenzione contro la violenza sulle donne e sulla pari dignità dell’amore omofilo.
Persino due dialoghi ispirati e familiari con Leonardo e Michelangelo. Un percorso anche nei luoghi, alcuni riconoscibili come Bergamo Alta e i suoi colli, nonché il lago d’Iseo o Sebino vestito con l’opera di allestimento creativo The Floating Piers dell’artista Christo.
Bellissimo è volare sul tappeto magico della poesia autentica, osservare la Terra e l’Italia, così come Samantha Cristoforetti, protagonista della poesia Cacciatrici di sogni, ha osservato ogni angolo del pianeta dall’alto della navicella spaziale.
Come reagire alle ingiustizie e al male? In chiusura, con la poesia Insieme, l’autrice azzarda una risposta possibile nella fiducia, nella condivisione e nella laboriosità di tutti, nell’atteggiamento di comprensione e di misericordia, ben testimoniato da Papa Francesco.
Un’esperienza poetica da leggere e da vivere, dentro le tre sezioni della raccolta Viaggi, Suggestioni e (Dis)incanti, resa con stile coinvolgente, garbato e a tratti ironico, in punta di fioretto.
In un mondo di parole comunicative scelte con sapienza, musicali, sonore, con rime e assonanze che scintillano e fanno accostare Teresa Capezzuto ai grandi poeti di tradizione popolare come Trilussa, Pascarella, Belli, Di Giacomo, ma anche Carducci o in tempi d’attualità Rodari.